Cronaca

Balzo di prenotazioni per i vaccini nel Barese dopo l'obbligo green pass: aumento del 60%

Questa mattina, intanto,  è stata avviata la somministrazione delle terze dosi “addizionali” ai pazienti immunocompromessi individuati e selezionati dai centri specialistici della Asl

Sono 5.679.926 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle 8 dal Report del Governo nazionale. Le dosi sono il 88.8 % di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza, 6.396.325).

Questa mattina, intanto,  è stata avviata la somministrazione delle terze dosi “addizionali” ai pazienti immunocompromessi individuati e selezionati dai centri specialistici della Asl. In particolare, nell’ambulatorio vaccinale dell’Ospedale “Di Venere” si è proceduto alla vaccinazione dei primi pazienti tra i 100 dializzati in programma per tutta la settimana, su un totale di circa 500 che hanno aderito alla chiamata, compresi gli utenti delle strutture private accreditate, le quali hanno chiesto di usufruire degli spazi ampliati messi a disposizione dalla direzione medica di presidio.

Nell’Ospedale della Murgia di Altamura, inoltre, sono state programmate per oggi pomeriggio le terze dosi per 30 dializzati e 30 pazienti oncologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, con un calendario che prevede per domani un’altra seduta riservata ancora ai pazienti oncologici immunocompromessi ed una terza giovedì per i dializzati. Confluiranno nei prossimi giorni nell’Ospedale di Putignano, invece, altri 184 dializzati seguiti dal Centro dialisi del presidio e dai centri di Gioia, Conversano e Monopoli. In agenda anche sedute dedicate organizzate blob:https://web.whatsapp.com/99f76518-8d0a-465d-bd16-706732a250d9nell’Ospedale di Molfetta, punto di riferimento per i dializzati di Molfetta e Ruvo.

La campagna vaccinale è ormai entrata nella sua fase conclusiva: sono quasi 25mila le dosi di vaccino anti-Covid somministrate nell’ultima settimana nei centri vaccinali del territorio. In dettaglio, circa 8800 – tra prime e seconde dosi - sono state appannaggio dei giovanissimi della fascia d’età 12-19 anni e oltre 12mila quelle riservate al gruppo più vasto tra 20 a 49 anni.

Per quanto riguarda le prenotazioni di prime dosi, si è registrato un aumento del 60% nella sola giornata di venerdì, con un balzo da 700 a 1200, mentre negli altri giorni non sono state rilevate grosse oscillazioni. La campagna vaccinale della Asl Bari è molto avanti in tutte le fasce d’età, per cui buona parte degli accessi avviene direttamente “a sportello”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Balzo di prenotazioni per i vaccini nel Barese dopo l'obbligo green pass: aumento del 60%

BariToday è in caricamento