rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Libertà

Al Libertà una scuola d'arte e musica, la proposta del Comitato Scipione Crisanzio: "Dare futuro ai giovani"

L'idea per rilanciare il quartiere all'indomani dell'incontro a Roma per un focus sulle periferie. Liberatore: "Evitare l'emarginazione dei nostri ragazzi"

Una scuola d'arte, musica e teatro, all'interno del quartiere Libertà, per "dare sviluppo socio educativo ai giovani, sentendoci responsabili ed evitando la loro emarginazione": la proposta arriva dal Comitato Scipione Crisanzio, per rivitalizzare il rione e migliorare la qualità della vita dei propri abitanti. L'idea è stata presentata ieri a Roma, in occasione di un importante incontro alla Camera dei Deputati sul tema 'La realtà di vede meglio dalla periferia", che ha visto la partecipazione anche della vicepresidente dell'Assemblea di Montecitorio, Marina Sereni. Bari ha portato gli esempi proprio del Libertà ma anche del Comitato Nuovo San Paolo, per un attivismo protagonista delle vite quotidiane degli abitanti.

"Riprendiamoci il futuro"

La proposta per il Libertà è stata illustrata dalla presidente del Comitato Scipione Crisanzio, Letizia Liberatore: "Abbiamo confermato la nostra determinazione - spiega - nel voler a tutti i costi un quartiere vivibile e riqualificato. Il nostro slogan è guardare al passato per riprendere il futuro, difatti il nostro quartiere ha visto momenti belli, dove c'erano locali in cui si poteva fare musica, dove potevi realizzare il progetto di apprendere la musica grazie all'impegno di maestri di musica e soprattutto impegnarsi a fare attività teatrali. Tutto questo si realizzava già in passato, coinvolgendo bar e locali. Il nostro impegno - conclude - non sarà più isolato ma ormai avrà condivisione a livello nazionale, abbiamo acceso i riflettori sul nostro quartiere in positivo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Libertà una scuola d'arte e musica, la proposta del Comitato Scipione Crisanzio: "Dare futuro ai giovani"

BariToday è in caricamento