rotate-mobile
Cronaca

Traffico di rifiuti, mezzi agricoli sequestrati nell'operazione 'Black Land' assegnati alla Forestale

Due trattici agricole, poste sotto sequestro nell'ambito dell'inchiesta della Dda barese sul traffico illecito di rifiuti nel foggiano, sono state acquisite al patrimonio dello Stato e verranno utilizzate dal Corpo Forestale dello Stato

Sequestrate nell'ambito dell'operazione 'Black Land' sul traffico illecito di rifiuti nel foggiano, assegnate al Corpo Forestale dello Stato "per le esigenze connesse alla gestione delle Riserve Naturali dello Stato". Si tratta di due moderne trattrici agricole, confiscate nell’ambito dell’inchiesta della DDA di Bari che nel 2014 portò a sgominare un sodalizio criminale che traeva grossi profitti da attività di traffico illecito di rifiuti in Puglia e Campania, attraverso numerosi arresti ed il sequestro delle aziende e dei mezzi in uso ai soggetti coinvolti.

Dall’impiego a fini di sfruttamento delle risorse ambientali, i due mezzi saranno ora invece utilizzati dall’Ufficio Territoriale per la Biodiversità del C.F.S. di Martina Franca (TA) nelle attività di gestione di tre Riserve Naturali in Puglia (Stornara, San Cataldo, Murge Orientali) e del centro di Selezione Equestre, ove vengono allevati ed addestrati i cavalli di razza Murgese, montati dalle pattuglie CFS per la vigilanza ambientale.

I mezzi acquisiti al Patrimonio dello Stato, del valore complessivo di circa 120.000 euro, troveranno così una virtuosa ed effettiva collocazione per finalità d’interesse pubblico a tutela dell’ambiente e della biodiversità.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di rifiuti, mezzi agricoli sequestrati nell'operazione 'Black Land' assegnati alla Forestale

BariToday è in caricamento