Nuova luce per il quartiere Poggiofranco: al via i lavori per l'installazione dei lampioni a led

Quattro le strade del quartiere interessate dagli interventi, che avranno un costo di 600mila euro. Previsti 52 nuovi corpi illuminanti e 34 pali

Quattro strade e piazze di Poggiofranco saranno illuminate con nuove luci a led. Sono partiti i lavori per l'installazione dei 52 corpi illuminanti (18 da 190 watt, 16 da 144 watt e 18 da 42 watt), intervento da 600mila euro, che coprono via Concilio Vaticano II (nel tratto compreso tra viale Kennedy e via Giovanni Modugno), viale Kennedy (nel tratto compreso tra viale De Laurentis e via Papa Pio XII), viale De Laurentis (nel tratto compreso tra viale Gandhi e viale Kennedy) e tutta l’area circostante piazzetta dei Papi, attualmente al centro di un altro intervento generale di riqualificazione dell’area verde.

Non solo nuove luci: saranno installati anche 34 nuovi pali, 16 dei quali con uno speciale doppio braccio di 6 metri da ciascun lato, per permettere alle nuove luci di fuoriuscire dalle chiome degli alberi evitando fenomeni di oscuramento legati al fogliame. Avranno tutti un’altezza di 8 metri, leggermente più bassa rispetto a quella dei sostegni stradali usati tradizionalmente, perché sono previsti due nuovi quadri elettrici che consentiranno il telecontrollo da remoto del sistema di illuminazione.

"Sono cominciati in questi giorni i lavori di scavo finalizzati all’inserimento dei blocchi di fondazione dei nuovi pali - commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -. Infatti, diversamente da quanto accaduto nel corso di altri interventi simili, in questo caso non saranno sostituiti soltanto i corpi illuminanti ma anche molti pali e le linee elettriche, troppo vecchie e caratterizzate da continue avarie soprattutto in caso di pioggia. Inoltre l’attuale impianto non dialoga con la vegetazione esistente, composta da grandi alberi posizionati negli spartitraffico centrali che di fatto offuscano la luce prodotta. Pertanto, anche i siti scelti per l’installazione dei sostegni sono altri rispetti a quelli odierni, proprio per eliminare completamente le zone d’ombra".

L'impianto di illuminazione, come assicurano dal Comune, si concluderanno al massimo entro l'inizio della prossima primavera. "Intervento che non permetterà solo di avere una migliore qualità della luce (bianca da 3000 gradi kelvin senza alterazioni cromatiche) e un livello di illuminazione maggiore (circa 40 lux medi omogeneamente distribuiti) - conclude Galasso - ma anche di ottenere un grande risparmio di energia elettrica grazie alla tecnologia led, che corrisponde a circa la metà del consumo rispetto a quanto accade oggi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

Torna su
BariToday è in caricamento