menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Azienda pugliese espone a Dubai. Sui social insulti dei fondamentalisti contro le hostess

Nel mirino è finita la Gielle di Altamura, leader nel settore antincendi: sotto accusa il look delle ragazze che presenziavano allo stand della fiera Intersec nella metropoli araba, visitato anche dallo sceicco Al Maktoum

La presenza di due hostess di Gielle, azienda di Altamura leader nella produzione di impianti aintincendio, in uno stand promozionale dell'Intersec di Dubai ha provocato le reazioni dei fondamentalisti di Facebook, dove erano state postate dall'azienda le foto dell'evento che hanno registrato oltre 2,5 milioni di visualizzazioni. A riportarlo, 'Repubblica- Bari': tra i commenti molti insulti e battute pesanti contro le ragazze, critiche contro lo sceicco di Dubai, ma anche foto di teste decapitate: "Alcuni - scrive Gielle - degni della più atroce legge del taglione". Gielle ha subito allertato Farnesina e Interpol.

L'azienda pugliese, negli ultimi anni, ha registrato una presenza internazionale in crescita, soprattutto nei Paesi del Medio Oriente, in numerosi impianti petrolchimici. Da qui la partecipazione alla fiera Intersec nella città dell'Emirato, a metà gennaio. A visitare lo stand, allestito nel locale World Trade Center, anche lo sceicco Mansour Al Maktoum. Durante l'evento fieristico, è intervenuta la polizia che ha costretto le hostess a indossare pantaloni al posto delle gonne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento