menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Società non paga lo stipendio alla madre, figlio ruba pc dagli uffici

Il ragazzo, un 28enne, si è presentato nella sede della cooperativa e dopo aver minacciato gli impiegati si è impossessato di due portatili. Il giovane aveva già caricato la refurtiva a bordo della sua auto, quando è stato raggiunto e arrestato dai carabinieri

Si è presentato negli uffici dell'azienda, minacciando le impiegate e intimando il pagamento della retribuzione per il lavoro svolto dalla madre. Quando le dipendenti gli hanno spiegato che non sarebbe stato possibile, perché il pagamento delle spettanze in questione era sospeso da qualche mese per tutti i soci lavoratori, è andato su tutte le furie. Prima ha danneggiato una vetrata  dell'ufficio, poi si è impossessato di due pc portatili che erano sulla scrivanie e si è dileguato.

E' accaduto al quartiere Picone, presso la sede amministrativa di una società cooperativa che si occupa dell’inserimento nel mondo del lavoro di persone con svantaggio psichiatrico. I carabinieri, intervenuti sul posto dopo una segnalazione al 112, hanno bloccato e arrestato con le accuse di rapina ed estorsione un 28enne incensurato del quartiere Libertà.

I militari sono riusciti a bloccare il giovane, recuperando la refurtiva, rinvenuta all’interno della vettura in suo possesso e parcheggiata lì davanti.

Tratto in arresto il 28enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato collocato ai domiciliari.

La refurtiva, invece, è stata restituita al legittimo proprietario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento