menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Debiti per oltre 200 milioni, Tribunale dichiara fallimento di due società del gruppo Fusillo

Il provvedimento arriva dopo la richiesta di fallimento presentata da uno dei creditori e dalla Procura di Bari che, nei mesi scorsi, aveva avviato le indagini

Sono state dichiarate fallite dal Tribunale di Bari le società Maiora Group Spa e Fimco Spa del Gruppo Fusillo di Noci, nel Barese, a causa di un monte debiti di oltre 200 milioni di euro. Il provvedimento arriva dopo la richiesta di fallimento presentata da uno dei creditori, la società Futura Funds Sicav Plc, e dalla Procura di Bari che, nei mesi scorsi, aveva avviato le indagini per bancarotta fraudolenta a carico degli imprenditori Emanuele, Vito, Giovanni e Giacomo Fusillo, i primi tre soci e amministratori di Fimco Spa e Maiora Group Spa, e Giacomo, figlio di Vito, ad delle due società.

I giudici hanno "ritenuto che sussistano i presupposti per la dichiarazione di fallimento" poiché "risulta provato lo stato di insolvenza del debitore", che aveva presentato domanda di concordato preventivo con riserva senza poi depositare nei termini di legge alcuna proposta di ristrutturazione aziendale e, perciò, "dichiarato inammissibile".

In base all'inchiesta della Guardia di Finanza, coordinata dal procuratore aggiunto Roberto Rossi e dal sostituto Lanfranco Marazia, gli imprenditori avrebbero, fino al 2018, distratto e dissipato cespiti immobiliari, partecipazioni societarie relative a strutture turistiche di Monopoli e Polignano e complessi aziendali in favore di altre società correlate. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento