Bancarotta da 3,1 milioni per un frantoio a Grumo: sigilli a conti, capannone e vigneto

Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Bari su richiesta della Procura: indagati Michele Locorriere e il figlio Lorenzo. Avrebbero sottratto, in concorso, beni all'azienda in fallimento per evitare che finissero ai creditori

Due persone, padre e figlio, sono state denunciate per una bancarotta fraudolenta da circa 3,1 milioni di euro, nell'ambito dell'inchiesta riguardante il frantoio Oleario 'Locorriere Michele' di Grumo Appula, in provincia di Bari. La Guardia di Finanza ha sequestrato numerose somme di denaro depositate su conti correnti bancari, un capannone industriale adibito a opificio con annessi fabbricati utilizzati come uffici e abitazione, nonché un vigneto di 70mila mq, il tutto riconducibile all'azienda.

Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Bari su richiesta della Procura: Secondo gli inquirenti il titolare dell'azienda, Michele Locorriere, avrebbe, in concorso con il figlio Lorenzo, a sua volta legale rappresentante di una società attiva nello stesso settore, sottratto illecitamente dalle casse dell'impresa in fallimento alcuni "beni sui quali i creditori avrebbero potuto rivalersi per soddisfare le proprie ragioni". La Gdf, oltre all'apposizione dei sigilli, ha notificato agli indagati il provvedimento del gip. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Formiche volanti: come scongiurare l'invasione in casa

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • Donna trovata senza vita a Bari: morta dissanguata, in casa c'erano compagno e figlia

  • Zone rosse anti movida, Decaro attacca il governo e il nuovo Dpcm: "Inaccettabile scaricare responsabilità sui sindaci"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento