menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Affido di persone disabili a singoli e famiglie, riapre il bando: domande fino al 31 agosto

A breve sarà pubblicato sul sito del Comune. Quattro le tipologie previste: diurno, di sostegno, familiare a tempo pieno e temporanea

Riaprono i termini per il servizio di affido di adulti con disabilità, con l'obiettivo di trovare persone - di età tra i 25 e i 64 anni - o famiglie che possano supportare un soggetto con handicap fisico o mentale.  A breve il bando sarà pubblicato sul sito del Comune da parte dela ripartizione Servizi alla persona, basato sui principi della solidarietà intra ed extra familiare e del diritto delle persone disabili all’inclusione. Le domande potranno essere presentate entro le 13 del prossimo 31 agosto.

Sono quattro le tipologie di affido e di contributo previste, in base all’impegno dell’affidatario. Nell’affido diurno - per cui spetta un contributo di 300 euro al mese -il disabile trascorre qualche ora della giornata con la famiglia o con il singolo affidatario, per un minimo tre giorni a settimana. Nell’affido di sostegno il disabile che sta per abbandonare la struttura residenziale in cui vive o trascorre le ore diurne, condivide con l’affidatario - che riceve un compenso d 50 euro mensili - qualche giorno al mese per facilitare il percorso di uscita dalla struttura.

Nel bando è poi previsto l'affido familiare a tempo pieno, in cui il soggetto è affidato ad una famiglia o ad un singolo con cui condivide la quotidianità. La convivenza può avvenire all'interno dell’abitazione del disabile o quella dell’affidatario, che deve presentare condizioni abitative dignitose e consone alle esigenze del disabile e non deve avere barriere architettoniche, nel caso in cui il disabile abbia una disabilità fisica. Per questa tipologia è previsto invece un contributo mensile di 600 euro.

Ultima tipologia di affidamento è poi quella temporanea, che ha una durata breve. "È una sotto tipologia dell’affido a tempo pieno - spiegano dal Comune in una nota- per la modalità della convivenza tra affidato e affidatario, ma con la variante del periodo di tempo limitato ai mesi estivi, alle festività o qualche mese: (contributo di 20 euro al giorno)" .
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento