Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Murat / Via Sparano da Bari

Bar Savoia, il Consiglio di Stato blocca la chiusura

Accolto il ricorso dei proprietari della caffetteria contro il provvedimento di chiusura del Comune e l'ordinanza del Tar. La decisione per salvaguardare i posti di lavoro dei dipendenti

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso dei titolari del bar Savoia contro l'ordinanza di chiusura del Comune e la decisione del Tar. I giudici hanno stabilito che la caffetteria di via Sparano potrà mettersi in regola pur continuando la propria attività, in modo da salvaguardare i posti dei lavoro dei  15 dipendenti.

L'ordinanza di chiusura del Comune era arrivata alcune settimane fa, dopo la rilevazione, da parte degli uffici tecnici, di alcune irregolarità legate all'assenza di bagni per i disabili e all'esistenza di un gazebo fisso esterno. In sostanza, il Consiglio di Stato ha stabilito che la necessità di mettersi in regola non comporta il decadimento delle autorizzazioni in possesso, sui quali dovrà ora nuovamente esprimersi il Tar.

"Prendiamo atto della pronuncia cautelare del Consiglio di Stato che rinvia al TAR di Bari gli atti per una celere decisione nel merito. - commenta in una nota l'assessore al Commercio Rocco De Franchi - Siamo lieti che il livello occupazionale dell’attività sia salvaguardato - aspetto questo che sta particolarmente a cuore all’amministrazione Emiliano - e riteniamo che ci siano i tempi necessari per la messa a norma strutturale dei locali, pure proposta dai proprietari del bar nel corso di un incontro con il sindaco, prima della celebrazione dell’udienza di merito”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bar Savoia, il Consiglio di Stato blocca la chiusura

BariToday è in caricamento