Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Maltempo, il Comune monitora i canali. Per domani allerta della Protezione civile

Nel pomeriggio i canali artificiali che attraversano la città sono stati perlustrati dall'alto. Problemi di deflusso sono stati segnalati in prossimità di via Donadonisi, nel quartiere Santa Rita. Per domani allerta meteo di "moderata criticità"

Una campagna allagata dopo il nubifragio della notte scorsa

Mentre a partire dal tardo pomeriggio la pioggia battente sembra aver concesso una tregua, le previsioni metereologiche segnalano per domani un nuovo peggioramento. La Protezione civile regionale ha infatti comunicato "l'avviso di criticità moderata per rischio idrogeologico" per le province di Bari, Brindisi, Taranto e Lecce nelle prossime 24 ore. Nelle zone segnalate potranno verificarsi "precipitazioni a prevalente carattere di rovesci o temporali di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento".

Dopo i numerosi allagamenti di strade e abitazioni verificatisi in seguito al violento temporale della notte scorsa, a richiedere particolare attenzione è anche la situazione dei cinque canali artificiali (Balice, Lamasinata, Picone, Valenzano e Montrone)

Leggi tutto: https://www.baritoday.it/cronaca/allerta-meteo-ispezione-canali-artificiali-bari.html
Diventa fan: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190
che attraversano in più punti la città, e che in caso di piogge particolarmente abbondanti potrebbero potenzialmente comportare rischi di inondazioni e allagamenti nelle zone circostanti.

Nel pomeriggio l'assessore all'Urbanistica Elio Sannicandro ha effettuato una perlustrazione aerea dei canali, accompagnato dal direttore del settore Edilizia pericolante Domenico Tondo e il responsabile del settore Paesaggio, Ambiente, Recupero e Riuso del Territorio Laura Casanova. Al momento, dicono dal Comune, la situazione generale è regolare, anche se sono stati rilevati alcuni punti del territorio potenzialmente più a rischio, in particolare nel quartiere Santa Rita, già colpito da un alluvione nel 2005.

“Sono state riscontrate solo delle situazioni di criticità per mancato deflusso con accumulo di acqua in prossimità di via Donadonisi, a monte e a valle - ha spiegato l’assessore Sannicandro - in quanto la strada in questione, come noto da tempo, ostruisce il canalone che deve far defluire acqua e detriti. Inoltre, dobbiamo confermare che le costruzioni a monte della cava di Maso, che fanno da ostacolo alla lama, potrebbero rappresentare un pericolo nel caso si verificasse un deflusso più massiccio di acque provenienti dai territori a sud-ovest della città di Bari”.

“I tecnici del Comune di Bari, gli ingegneri Tondo e Casanova, verificheranno al più presto il materiale fotografico realizzato oggi - ha concluso Sannicandro - per controllare se, e in quali zone della città, c’è o meno la presenza di altri elementi naturali, manufatti o materiali di risulta potenzialmente in grado di ostruire il deflusso delle acque”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, il Comune monitora i canali. Per domani allerta della Protezione civile

BariToday è in caricamento