Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

"Bari città di mafia", arrivano le scuse del giornale svizzero

Una lettera di scuse formali è stata inviata al sindaco dal direttore della testata Blick.ch , che si è detto dispiaciuto "che il suo collaboratore abbia discriminato Bari"

Prima le scuse dell'ambasciatore svizzero in Italia con un messaggio letto oggi dal console onorario della Svizzera in Puglia, Ugo Patroni Griffi, in cui viene espressa la "ferma condanna di ogni pregiudizio e il rinnovo dei sentimenti di amicizia per la Puglia e in particolare per il suo capoluogo". Poi la lettera di scuse formali inviata al sindaco dal caporeddatore sportivo della testata svizzera Blick.ch, in cui il giornalista si dice molto dispiaciuto che il suo collaboratore abbia discriminato la città di Bari, il suo popolo e la regione".

Dopo le polemiche scatenate dall'articolo scritto da un giornalista svizzero in occasione dell'amichevole Bari-Sion (squadra svizzera di cui è capitano l'ex calciatore del Milan, Rino Gattuso) disputata qualche giorno fa a San Pio, si cerca di rimediare al 'caso diplomatico' provocato dalle parole del collaboratore della testata Blick.ch, che descriveva Bari come una città in mano alla criminalità, in cui è bene tenere d'occhio anche l'auto parcheggiata per qualche ora per non rischiare di non ritrovarla al ritorno.

"E' stata una sfortunata storia - scrive il responsabile della testata svizzera - ma ora l'articolo è stato cancellato e presto vorremmo intervistare il sindaco". Emiliano racconta di essere stato già intervistato da "molti quotidiani svizzeri" ai quali ha detto che, "se pure la Puglia non è l'eden, non è certo un luogo dove si concentra la criminalità come invece viene descritta nell'articolo".

Il console ha sottolineato che "per la Puglia la Svizzera è il primo partner commerciale: con l'import-export ha superato perfino la Germania". "In Puglia - ha sottolineato - ci sono 1.600 cittadini residenti svizzeri, mentre sono cinquantamila i cittadini salentini che hanno contribuito al benessere della Svizzera e non c'é nessun'altra regione italiana collegata alla Svizzera meglio della Puglia".

Al termine della conferenza stampa il sindaco ha sentito telefonicamente l'ambasciatore svizzero "per una chiacchierata amichevole: trasformeremo questo episodio - ha concluso Emiliano - in una occasione per far conoscere meglio la nostra regione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bari città di mafia", arrivano le scuse del giornale svizzero

BariToday è in caricamento