Cronaca

"Bari città di mafia", la Ryanair si scusa

La compagnia chiede scusa per la frase choc pronunciata da una hostess sul volo Parigi-Bari: "Affronteremo la questione con la persona coinvolta"

"La compagnia non concorda con questi commenti e sicuramente affrontera' questo problema con il dipendente coinvolto. Ryanair si scusa per qualunque offesa possa aver causato". Così il direttore della comunicazione della compagnia di volo irlandese, Stephen McNamara, ha commentato l'increscioso episodio avvenuto qualche giorno fa a bordo di un volo Parigi- Bari, denunciato da una passeggera.

IL FATTO - Secondo la testimonianza della ragazza, nell'annunciare al microfono il decollo  del volo diretto a Bari, una hostess avrebbe definito il capoluogo pugliese "la città della mafia e di San Nicola". Una frase che ha dapprima lasciato increduli i passeggeri, poi ne ha giustamente provocato l'indignazione, tanto da spingere la passeggera a denunciare il fatto pubblicamente e a scrivere alla compagnia.

"SUBITO DELLE SCUSE" - La diffusione della notizia ha suscitato la reazione del sindaco di Bari Emiliano e dell'assessore regionale ai Trasporti Guglilemo Minervini. "In tutte le organizzazioni, la possibilità che un fessacchiotto o una fessacchiotta prenda un microfono e dica una frase sbagliata, ci può essere. - ha detto all'Ansa Emiliano - Però è ovvio che l'azienda non potrà non punire questa persona". "Non vorrei, però - ha aggiunto - che questa vicenda fosse il pretesto per porre la solita scenetta del meridionale che si duole di una scemenza, perché io credo si tratti di una scemenza, di cattivo gusto, e non degna di una grande compagnia". "Se la compagnia dovesse condividere questo umorismo - ha concluso Emiliano - per noi sarebbe un problema, ma non credo che sarà così".

"Anche se fosse solo una scivolata nel cattivo gusto, - ha dichiarato Minervini - anche se avesse prevalso il più usurato dei luoghi comuni e il più becero dei pregiudizi che, nella logica di Ryanair, si trasforma in un messaggio promozionale, noi ci sentiamo offesi come cittadini e come amministratori pugliesi". "La nostra collaborazione con la società aerea low cost - precisa Minervini - si fonda sulla promozione delle risorse del nostro territorio e in alcun modo si può tollerare un'immagine che, peraltro, nella situazione attuale pugliese, è profondamente infedele". "Auspichiamo - aggiunge - che Ryanair effettui una puntuale e rigorosa verifica interna dell'accaduto e quindi chieda scusa non solo ai cittadini pugliesi ma anche ai svariati milioni di turisti che vengono in Puglia, mai delusi, per ben altre ragioni". "Dalla Regione - conclude Minervini - é partita una lettera di chiarimento indirizzata alla società irlandese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bari città di mafia", la Ryanair si scusa

BariToday è in caricamento