Escalation criminale in città: "Più agenti ma servono anche più magistrati"

Il prefetto Tafaro ha presieduto il Comitato per l'Ordine e la Sicurezza. Arriveranno altre 96 unità di polizia: sale a 126 il numero di presenze aggiuntive. Rinforzi anche a Bitonto e in provincia

Da una parte le misure adottate per aumentare la sicurezza degli operatori sanitari nei Centri di Salute Mentale, a seguito dell' omicidio di Paola Labriola, dall'altra i provvedimenti per contrastare l'escalation criminale in città e in provincia. È durata oltre 3 ore la riunione in Prefettura del Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza, convocata dal prefetto Mario Tafaro, alla quale hanno preso parte i vertici delle forze di polizia, della Magistratura e delle istituzioni locali (tra cui i sindaci di Bari e Bitonto, Michele Emiliano e Michele Abbaticchio), dove è stato fatto il punto dopo i numerosi atti criminosi avvenuti in città, tra cui la sparatoria di Poggiofranco che è costata la vita al pregiudicato Felice Campanale.

In città arriveranno altre 96 unita di polizia che sommate alle 30 giunte qualche settimana fa, porteranno il numero di effettivi in più a 126. Secondo il questore Domenico Pinzello "le prime 20 unità saranno già operative in città per il 9 settembre, con il compito di monitorare il territorio cittadino e, in caso di necessità, della provincia. Le altre giungeranno il 7 ottobre e avranno compiti più specifici che andranno dalla stradale ala postale ala polizia di frontiera. Alcune di queste (4, ndr) verranno dislocate a Bitonto" dove negli ultimi tempi c'è stata una recrudescenza di fenomeni criminali, soprattutto di rapine effettuate da baby-gang alle attività commerciali del centro storico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono state assunte delle misure - ha dichiarato il prefetto Tafaro -, attendiamo il dispiegamento delle nuove leve, ma allo stesso tempo è emerso, al di là delle criticità dei singoli episodi, un grande bisogno di rafforzare la magistratura, attualmente sotto organico. E' un' esigenza avvertita da tutti e ognuno per la propria parte farà presente agli organi centrali quello che è una necessità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Moto si schianta in Tangenziale, donna incinta tra i feriti: trasportata in codice rosso, è grave

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

  • Cos'è il ''Bonus tiroide'' e come richiederlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento