Cronaca

"Occupy the streets", gli studenti verso la mobilitazione del 17 novembre

Stamattina dalle aule di alcune scuole calati striscioni di protestaper lanciare la data di mobilitazione del 17 novembre, giornata internazionale degli studenti

"Le risposte al nostro futuro le costruiamo noi e nessuno per noi": gli studenti baresi lanciano una giornata di mobilitazione generale per il prossimo 17 novembre. Per ricordare l'appuntamento, in mattinata dalle finestre di alcune scuole superiori della città sono stati calati striscioni con lo slogan  "Occupy the Streets, occupy the Future".

"Facciamo parte di una generazione che è stata privata di tutto, - dichiara Francesca Picci dell'Unione degli Studenti - non solo con i tagli all'istruzione e i continui attacchi corazzati ai beni comuni ma anche con la costrizione e la riduzione dei nostri spazi, fuori e dentro le scuole. Viviamo due vite come se non dovessero mai incontrarsi come se ci fosse da una parte lo studente e dall'altra il cittadino, totalmente alienati da una società senza futuro. Le risposte ci sono, sono concrete ed effettive, le risposte le costruiamo noi e nessuno per noi. Crediamo nella forza di un momento di partecipazione, del fatto che insieme facciamo paura".

Per questo il 17 novembre gli studenti si daranno appuntamento nelle piazze.  "Analizzare, discutere, confrontarsi, capire cosa sta accadendo e mettersi in testa - conclude Picci - che il precariato, la disoccupazione, il crollo delle prospettive sono cancri della società da cui nessuno è immune".

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Occupy the streets", gli studenti verso la mobilitazione del 17 novembre

BariToday è in caricamento