menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bari per bene al Libertà: scout all'opera tra giardino Bucci e Redentore

Esploratori e rover del gruppo CNGEI di Bari hanno ripulito il giardino Mimmo Bucci e il piazzale antistante il Redentore, dedicandosi poi a sensibilizzare i baresi sul rispetto e il decoro

Questa mattina, nell’ambito delle attività del progetto Bari per Bene a Libertà, il Gruppo Scout CNGEI - Corpo nazionale giovani esploratori ed esploratrici italiani - sezione di Bari ha dato vita a una mattinata di sensibilizzazione sui temi della pulizia e del rispetto dell’ambiente.

Le attività dei ragazzi sono partite alle 9 del mattino nel parco Mimmo Bucci dove i ragazzi, insieme all’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli e ad alcuni operatori AMIU, si sono dedicati alla pulizia del giardino per poi spostarsi nella zona pedonale antistante la Chiesa del Redentore.

Successivamente i volontari si sono dedicati all'ascolto dei cittadini, intervistati circa la pulizia della città e il rispetto dell’ambiente, con l’obiettivo di raccogliere opinioni e sensibilizzare i baresi. A chi ha accettato di essere intervistato è stato regalato un portacicche portatile fornito dall’Amiu.

Infine i ragazzi hanno creato insegne su compensato di scarto per stigmatizzare il problema della mancata raccolta delle deiezioni canine, da affiggere sulle ringhiere del giardino e sui pali presenti nella zona.

Soddisfatto il sindaco Antonio Decaro, che attraverso il suo profilo facebook ha dichiarato:  "Oggi gli scout CNGEI hanno deciso di invadere un pezzo del quartiere Libertà, partendo dal giardino Mimmo Bucci, fino a piazza Redentore, per spiegare a tutti i cittadini quanto sia importante rispettare la città è quanto sia facile tenerla pulita. Questa è ?#‎BariperBene?, fatta da cittadini che amano la città e fanno di tutto per contagiare i baresi con il loro immenso senso civico. Prendiamo tutti esempio da questi ragazzi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento