Martedì, 16 Luglio 2024

Bari Pride 2024, la comunità arcobaleno prepara la grande festa: "Edizione dedicata al popolo palestinese"

La manifestazione si svolgerà sabato prossimo, 29 giugno: il corteo partirà alle 15 da piazza Umberto. Gli organizzatori: "Quest'anno non ci sarà la presenza di una madrina perché si tratta di un evento collettivo. Teniamo conto della situazione politica e protestiamo anche contro l'autonomia differenziata"

L'edizione 2024 sarà contraddistinta dall'assenza di una madrina ufficiale e dalle rivendicazioni politiche in difesa del popolo palestinese. La comunità LGBTQIA+ locale è pronta a scendere in piazza per il consueto evento festivo (e politico) del Bari Pride. L'appuntamento è per sabato prossimo, 29 giugno, con il classico corteo che si svolgerà nel centro cittadino.

Questa mattina gli organizzatori delle manifestazione hanno illustrato alla stampa le novità e le tematiche che costituiranno l'asse portante del Bari Pride 2024: accanto alla lotta contro l'omofobia e la discriminazione basata sull'orientamento sessuale, sia aggiungono le battaglie per la tutela del diritto all'aborto, per il contrasto alla riforma sull'autonomia differenziata delle regioni (riforma proposta dal Governo) e per retribuzioni più giuste in favore dei lavoratori.

Uno spazio particolare sarà dedicato al conflitto israelo-palestinese: la comunità del Bari Pride sottolinea la sua vicinanza alle sofferenze dei cittadini di Gaza e delle terre martoriate dalla guerra. La comunità LGBTQIA+ barese chiede, inoltre, l'autodeterminazione del popolo palestinese e il contrasto alle politiche militariste. 

La sfilata dei carri festanti partirà sabato prossimo alle 15 da piazza Umberto e terminerà nello stesso luogo con una grande festa fino a mezzanotte. 

Video popolari

BariToday è in caricamento