"Bari pulita", la pulizia straordinaria delle strade riparte dal quartiere San Paolo

Riprendono domani dal quartiere San Paolo-Stanic gli interventi di pulizia programmati dall'Amiu per l'estate. Intanto il sindaco ha prorogato l'ordinanza che punisce severamente chi abbandona rifiuti in strada, e si pensa ad un progetto di riciclo dei rifiuti ingombranti che coinvolga tutti i cittadini

Gli interventi straordinari di pulizia delle strade programmati dall'Amiu per i mesi di luglio e agosto riprenderanno domani 5 luglio dal quartiere San Paolo-Stanic. Quest'anno sono all'opera quattro squadre di tre operatori che utilizzano un nuovo tipo di macchina spazzatrice, munita di un braccio snodabile che consente di pulire e disinfettare strade e marciapiedi senza dover spostare le macchine parcheggiate.

Il ciclo d'interventi avrà durata complessiva di due mesi circa si ripeterà per tre volte l'anno, a cadenze regolari. Dopo il quartiere San Paolo sarà la volta di Picone-Poggiofranco , poi dei quartieri Carboonara, Ceglie e Loseto e così via, secondo un calendario consultabile sul sito del Comune.

Intanto, per fronteggiare il problema dei rifiuti abbandonati in strada che soprattutto d'estate rishia di tramutarsi in una vera e propria emergenza igienico-sanitaria, la settimana scorsa il sindaco ha prorogato l'ordinanza che conferisce agli operatori dell'Amiu il potere di multare chi sia sorpreso ad abbandonare rifiuti ingombranti in strada, comportamento punibile con una multa fino a 206 euro e con l'arresto fino a tre mesi.

Nei giorni scorsi il sindaco ha inoltre annunciato via Facebook di aver preso in considerazione insieme all'Amiu un progetto, avviato con successo nella città tedesca di Friburgo, per coinvolgere attivamente i cittadini nello smaltimento dei rifiuti ingombranti. L'idea alla base dell'iniziativa, che in tedesco si chiama "Spermuell" (dalle parole sperrig+mull=rifiuto ingombrante) è semplice: si chiede ad ognuno di lasciare fuori dal proprio portone o in uno spazio del quartiere concordato con il Comune gli oggetti ingombranti che non si usano più. Chi ne ha bisogno può prendere gratuitamente gli oggetti lasciati dagli altri, dando così orgine ad una forma di riciclo che consente allo stesso tempo una forma di "baratto" tra gli oggetti. Solo a fine giornata intervengono gli operatori della nettezza urbana che raccolgono quanto lasciato dei cittadini portnandolo nei centri di smistamento dei rifiuti. Lanciata su Facebook la proposta del sindaco ha raccolto molti pareri positivi da parte dei cittadini. Intanto però si attende di vedere che impatto avrà sulle strade della città la nuova proroga dell'ordinanza "anti sporcaccioni".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento