Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Ai test di ingresso per Medicina senza diploma di maturità, scoperti tre ragazzi

Il caso di due diciassettenni e un sedicenne: avevano autocertificato di aver conseguito il diploma per sostenere la prova di ammissione. Ad accorgersi dell'irregolarità sono stati sia alcuni rappresentanti degli studenti sia i membri della commissione

Hanno tentato di sostenere il test di ingresso al corso di laurea in Medicina pur non avendo ancora conseguito il diploma di maturità. E' il caso di tre adolescenti - due diciassettenni e un sedicenne - che dopo aver autocertificato di aver conseguito il diploma, si sono presentati questa mattina all'Università per affrontare la prova. 

Ad accorgersi dell'irregolarità sono stati sia alcuni rappresentanti degli studenti sia la commissione del corso di laurea in Medicina. ''I ragazzi, pur essendo stati scoperti, - ha spiegato all'Ansa il presidente della commissione Eugenio Maiorano - hanno insistito per fare il test e hanno chiamato i genitori ai quali, una volta giunti all'Università, abbiamo consigliato di portare via i loro figli per evitare loro una denuncia per dichiarazione mendace''. ''Probabilmente - secondo Maiorano - l'equivoco è nato a causa di una interpretazione della prima versione del decreto che consentiva agli studenti di iscriversi ai test di ammissione nelle more di conseguire il diploma di maturità''.

Le domande di partecipazione ai test sono state quest'anno 3.725, 257 in più rispetto all'anno scorso (3.468), per 296 posti disponibili per gli studenti comunitari (più quattro riservati agli studenti non comunitari). A fare invece domanda per i corsi di laurea in Medicina in lingua inglese, quest'anno sono stati in 539, 157 in più rispetto all'anno scorso (382). I posti disponibili sono trecento per Medicina e venti per Odontoiatria. La prova sarà unica per entrambi i corsi di laurea e la graduatoria sarà nazionale: il corso di laurea e la sede preferita sono stati indicati da ciascun candidato al momento dell'iscrizione al test.

Anche oggi l'università ha messo in campo le consuete misure di sicurezza: i ragazzi sono entrati nelle aule passando attraverso un metal detector, mentre cellulari e altre apparecchiature elettroniche vengono consegnate e raccolte in apposite buste.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai test di ingresso per Medicina senza diploma di maturità, scoperti tre ragazzi

BariToday è in caricamento