Cronaca Murat / Piazza Umberto I

"La bellezza è un bene fragile", la street art di Bari Urban Action in piazza Umberto

Nuova iniziativa di sensibilizzazione messa in atto dagli artisti di Bari Urban Action per richiamare l'attenzione sullo stato di degrado in cui versano giardini e luoghi pubblici della città

"La bellezza è un bene fragile". E proprio "fragile" è la parola che si ripete sul nastro segnaletico che avvolge panchine, pali della luce, cordoli delle aiuole e delle fontane, cestini dei rifiuti in piazza Umberto. Un modo per segnalare, proprio come se si trattasse della scena di un delitto, il degrado e lo stato di abbandono in cui versano gli arredi urbani di quello che un volta era il 'salotto buono' della città.

L'iniziativa è firmata Bari Urban Action, e nasce dalla collaborazione tra Beppe Ardito, Tè Imbriani e Jeanne Duval. Si tratta di una delle 'azioni' messe in atto dagli artisti di Bari Urban Action con l'intento di richiamare l'attenzione sullo stato di degrado in cui versano alcuni luoghi pubblici, spesso dimenticati e abbandonati a sè stessi. Qualche settimana era toccato allo spazio dell'ex Arena Giardino al Libertà, tornato alla vita per un giorno grazie alle performance dei ballerini di Bari Urban Action.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La bellezza è un bene fragile", la street art di Bari Urban Action in piazza Umberto

BariToday è in caricamento