Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Via San Sabino

Bari vecchia, l'edicola votiva dei 'Tre Santi' torna in via San Sabino

Nelle scorse settimane l'ipotesi di un suo trasferimento nel Museo Civico aveva provocato le proteste dei residenti, che avevano così ottenuto il suo ritorno in via San Sabino, luogo della sua originaria collocazione. L'assessore Maselli: "Ora necessario decidere come tutelare al meglio il dipinto"

L'edicola votiva dei 'Tre Santi' torna al suo posto, in via San Sabino, nei pressi della Cattedrale. L'icona raffigurante San Sabino, la Madonna con Bambino e San Nicola, restaurata nei mesi grazie all’impegno economico dell’associazione 'Orizzonti', è stata ricollocata questa mattina nel suo sito originario.

Nelle scorse settimane, l'ipotesi di un trasferimento dell'opera nel Museo Civico, giustificato con la necessità di garantirne una maggiore tutela, aveva provocato non poche proteste da parte dei residenti, che sono poi riusciti ad ottenere il 'ritorno a casa' dell'edicola. Il bene, catalogato dalla Soprintendenza ai Beni Artistici nel 1988, è un olio su rame posto in un tabernacolo ligneo intagliato databile tra XVII e XIX secolo.

“Come promesso ai residenti e alle associazioni che avevano protestato per la scelta di collocare l’edicola all’interno del Museo civico - commenta l'assessore alle Culture Maselli - abbiamo ricollocato il dipinto nel suo contesto originale, pur consapevoli dei rischi per la sua conservazione. Abbiamo anche rinforzato il sistema di ancoraggio del dipinto alla facciata dell’edificio. Adesso sarà opportuno valutare, d’intesa con la Soprintendenza, responsabile della tutela dei beni culturali, e in accordo con i cittadini, quali azioni intraprendere a salvaguardia del dipinto, che per le sue caratteristiche patisce particolarmente la collocazione all’esterno, e a garanzia del recentissimo intervento di restauro reso possibile dalla generosità dell’associazione Orizzonti. La devozione popolare va senz’altro rispettata, ma compito della Soprintendenza è indicare le prescrizioni per la conservazione del nostro patrimonio, per il bene della nostra identità storica e culturale e dello stesso legame dei cittadini con gli elementi di fede e arte”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari vecchia, l'edicola votiva dei 'Tre Santi' torna in via San Sabino

BariToday è in caricamento