Cronaca

Blitz della Finanza in un capannone: bloccati con il carico di hashish, tre pregiudicati in manette

L'operazione delle Fiamme Gialle nella zona industriale di Barletta: i tre - due biscegliesi e un barese - erano intenti a caricare la droga a bordo di due auto di grossa cilindrata

Sorpresi e bloccati dalla Guardia di Finanza mentre, in un capannone della zona industriale di Barletta, trasferivano il carico di hashish - oltre due quintali - a bordo di tre auto di grossa cilindrata.  In manette, sono finiti tre pregiudicati: Girolamo Cuocci, 37 anni, di Bisceglie, detto "il molfettese"; Aldo Troisi, biscegliese di 47 anni e il barese Vito Belviso, 42 anni. Cuocci, pluripregiudicato, era anche sottoposto al regime di sorveglianza speciale.

Le indagini e il blitz nel capannone

L'operazione, avvenuta giovedì pomeriggio, si inserisce nell'ambito delle indagini messe in campo dai finanzieri per individuare i depositi di stoccaggio dello stupefacente sequestrato il mese scorso in agro di Bisceglie. I tre sono stati sorpresi mentre caricavano su tre potenti autovetture, risultate rubate, grossi involucri di nastro adesivo da imballaggio contenenti 242 kg di hashish. Alla vista delle Fiamme Gialle, hanno tentato la fuga, agevolata dal fatto che le auto, tutte di grossa cilindrata erano già in moto e con i fari spenti, pronti a fuggire sulla adiacente Strada Statale 16. Il massiccio dispositivo messo in campo dalla Guardia di Finanza, comprensivo di pattuglie dello speciale contingente Anti Terrorismo e Pronto Impiego del capoluogo, del Gruppo di Barletta e di unità cinofile, ha però stroncato il tentativo di fuga, evitando anche verosimili conseguenze negative sulla sicurezza dei cittadini in quel momento in transito, terminato l’orario di lavoro, sulla rotabile che collega Barletta a Trani.

Video: il blitz della Finanza nel capannone e il sequestro

Gli accertamenti proseguono

Perquisizioni personali, locali e domiciliari sono proseguite in tutto il nord barese fino al tardo pomeriggio di ieri, finalizzate a raccogliere elementi utili alle indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari e dalla Procura della Repubblica di Trani, che puntano a rintracciare i complici dei tre arrestati e disvelare i canali di approvvigionamento della droga e delle auto rubate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della Finanza in un capannone: bloccati con il carico di hashish, tre pregiudicati in manette

BariToday è in caricamento