menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori Biblioteca Municipio II, il M5s: "Già in ritardo. Non sia contenitore vuoto"

Interpellanza della consigliera-portavoce del Movimento, Alessandra Simone: "A che punto siamo con i lavori e l'assegnazione della gara per la gestione? Rischiamo di inaugurarla senza riferimenti e senza libri"

"Non vogliamo che la nuova biblioteca venga inaugurata e poi resti una scatola vuota per chissà quanto, senza chiarezza sulla gestione". Il Movimento Cinque Stelle al Municipio II chiede lumi sullo stato del completamento dei lavori all'ex Mercato di via Cagnazzi, quasi pronto a ospitare la sede della Biblioteca di Municipio, senza casa ormai da qualche anno dopo la chiusura dei locali nella chiesa russa. I lavori per sistemare lo stabile di via Cagnazzi, attualmente adibito ad autorimessa del Comune, sarebbero a buon punto, nonostante uno slittamento.

"Sono cominciati - spiega la consigliera portavoce del M5S in Municipio II, Alessandra Simone -  nei mesi scorsi e l'opera, costata circa 250mila euro, doveva essere consegnata il 29 settembre. Il ritardo è probabilmente dovuto a una perizia di variante. Il termine è stato così spostato a novembre ma temiamo che si possa tagliare il nastro senza una gestione appropriata e, soprattutto senza i libri". I volumi, infatti, sono custoditi, al momento, nei locali della scuola media 'Santomauro': si tratta di oltre 6mila volumi di ogni genere letterario e saggistico, prezioso patrimonio consultato, ai tempi della vecchia sede, da anziani e bambini, nata dalla lungimiranza dell'ex presidente della Circoscrizione Carrassi-San Pasquale, Leonardo Scorza.

I nodi da sciogliere, a circa 40 giorni dal termine previsto per la fine dei lavori, sono dunque il trasferimento dei libri e il bando per la gestione, al momento non avviato: "Chiediamo alcune cose - dice Simone rivolgendosi a Municipio e Comune -, ovvero che il Municipio faccia pressione a Palazzo di Città per il cambio di destinazione d'uso dell'immobile di via Cagnazzi, rendendolo anche di interesse municipale. Vorremmo sapere inoltre se sono state effettivamente attivate le procedure per la gara riguardante la gestione, del valore di circa 40mila euro biennali". Il rischio è che si arrivi al 2016: "Che senso avrebbe inaugurarla così? -  afferma Simone - CI piacerebbe che torni fin da subito a essere un luogo di riferimento del Municipio, come lo è stato in passato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento