menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bici e attrezzi da scasso nel deposito con allaccio abusivo all'Enel: sequestro al Libertà

La scoperta degli agenti delle Volanti in via Nicolai: il locale, formalmente disabitato, risultava invece arredato e utilizzato come deposito per "merce di dubbia provenienza"

Forse un deposito "per merce di dubbia provenienza", dotato anche di allaccio abusivo alla rete elettrica, in un immobile in via Nicolai, al quartiere Libertà. A fare la scoperta, nel corso di alcuni controlli nel quartiere, i poliziotti delle Volanti.

Gli agenti hanno effettuato un'ispezione in un locale, che si presentava con la serranda abbassata ma evidentemente danneggiata nella parte inferiore. Alzata la saracinesca, i poliziotti hanno avuto accesso a un piccolo atrio e si sono trovati di fronte ad una seconda porta in metallo, perfettamente chiusa, che tuttavia si apriva azionando un pomello posto nella parte superiore dell’infisso, celato in uno sportellino ricavato artigianalmente.

All’interno dei locali, disabitati ma arredati, in cui sono stati ritrovati resti di cibo abbastanza recenti, sono state  rinvenute e sequestrate alcune biciclette in buono stato di conservazione, attrezzi da scasso, un sacchetto in plastica contenente monete di piccolo taglio, da 1 e 2 centesimi di euro, per un ammontante complessivo di 37.51 euro, un defibrillatore automatico completo e riposto nella propria confezione, alcuni arredi da giardino, un calciobalilla e 2 termo stufe.

Durante il controllo, inoltre, i poliziotti hanno rilevato che l’immobile risultava fornito di energia elettrica nonostante l’interruttore generale del contatore Enel fosse disattivato. Richiesto l’intervento di tecnici dell’Enel, è stato riscontrato che l’impianto elettrico era stato manomesso mediante un collegamento che bypassava il contatore.

Sono in corso indagini per risalire agli occupanti del locale, che di fatto risulta, al catasto, disabitato da circa due anni. La proprietaria, inoltre, aveva denunciato il danneggiamento della serranda nello scorso mese di gennaio, senza però - pare - effettuare un controllo all’interno, ritenendo che i locali fossero vuoti.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento