Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Postazioni arrugginite e poche bici: il flop del bike-sharing barese

Servizio carente, e stazioni da rifare. Incuria, vandali e ladri colpiscono un servizio mai decollato realmente. Circa 300 le tessere sottoscritte, a fronte di un limitato numero di mezzi a disposizione

Torrette mangiate dalla ruggine, postazioni non funzionanti, pochi mezzi a disposizione: il bike-sharing made in Bari non pedala più, bloccato da incuria e vandalismo. Dell'ambizioso progetto, decollato nel 2007, con l'installazione di numerose stazioncine dove, muniti di tessera elettronica, si potevano affittare le due ruote per muoversi in città, è rimasto ben poco, a cominciare proprio dalle biciclette: a dispetto di numerose aree di sosta, se ne contano sulle dita di una mano, crediamo in gran parte rubate o 'trasformate' dai vandali, anche perché, a fronte delle circa 300 tessere sottoscritte, di fatto, il servizio è enormemente sottoutilizzato e di bici biancorosse, in giro, se ne vedono raramente.

Da piazza Aldo Moro a Corso Cavour, fino a Barivecchia, alcune delle 13 postazioni montate nei punti più frequentati di Bari il leit-motiv è sempre lo stesso, con qualche variazione (peggiorativa) sul tema: di fronte al Tribunale di piazza De Nicola, ad esempio, le colonnine sono inattive e lasciate nel degrado più assoluto, mentre a due passi dalla Banca D'Italia, solo una bici attende forse qualche 'temerario'. In altri casi, come in Corso Italia, ne resta solo qualche pezzo. Sì, perché, malgrado investimenti e una condizione favorevole, Bari resta una città poco amica delle due ruote.

Non bastano piste ciclabili da completare e completate (alcune delle quali contestate, come quella di Corso Mazzini e sul Lungomare), ma è la stessa cultura dell'utilizzo a essere ancora poco diffusa, malgrado gli sforzi degli ultimi anni, sia del Comune (dove sono finite le 200 biciclette acquistate a maggio?), che di privati, associazioni e start-up. Un vero peccato, perché altrove, con il nostro sole e le strade pianeggianti lungo il mare, si sarebbero raggiunti ben altri risultati. Noi, invece, dobbiamo accontentarci, se va bene, di un paio di ruote con cui zigzagare nel traffico. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Postazioni arrugginite e poche bici: il flop del bike-sharing barese

BariToday è in caricamento