rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Bari Vecchia / Corso Vittorio Emanuele

Il neo assessore D'Adamo presenta il bilancio 2016 del Comune: "Lotta ai morosi e debiti ridotti"

Nel pomeriggio sono stati riportati i dati relativi alle spese sostenute da Palazzo di Città lo scorso anno. "Abbiamo rispettato il Patto di stabilità, evitando nuove sanzioni", ha aggiunto l'assessore al Bilancio

"Anche per il 2016 il Comune ha rispettato il Saldo di Finanza Pubblica, assicurando, anche quest’anno, un ottimo livello di spesa sugli investimenti (circa 41 mln di euro)". Il 'battesimo' per il nuovo assessore al Bilancio Alessandro D'Adamo - sostituto di Dora Savino - è stato l'incontro di presentazione del bilancio di gestione del Comune per lo scorso anno, tenutosi nel pomeriggio. Il primo punto toccato dal neo arrivato a Palazzo di città è appunto il 'Patto di stabilità' rispettato, che ha risparmiato a Palazzo di città  altre sanzioni da parte dello Stato, "che avrebbero condizionato non poco la programmazione e gestione del corrente esercizio finanziario 2017", ha dichiarato D'Adamo.

Punto centrale dei dati emersi dal rapporto è non solo il mancato aumento di tariffe e tributi "per espressa previsione normativa", ha confessato l'assessore, ma anche la riduzione del debito del Comune, che è passato da 102 milioni a 95 milioni di euro. "Qualche giorno fa un articolo apparso sul Sole 24 Ore - ha spiegato l'assessore - pubblicava un’analisi sul livello di indebitamento dei comuni italiani. Notavo, leggendo l’articolo, che Bari, nella classifica dei comuni virtuosi, si colloca al terzo posto soltanto dopo Padova e Bologna". Stangata anche all'evasione: nel 2016 sono stati recuperati oltre 3 milioni di euro di morosità.

Il 'taglio' ha però riguardato anche le spese di Palazzo di città, legate principalmente a personale e consulenze. Nel primo caso, come confermato anche da D'Adamo, la spesa rispetto a Comuni della stessa grandezza di Bari è bassa. "Per cui devo dedurre - prosegue l'assessore - che il personale del comune di Bari è sottoposto ad un significativo sforzo per assicurare il corretto svolgimento delle numerose rispettive attività". Tra le altri voci di spesa che hanno visto una riduzione rispetto al 2016, rientrano quelli per formazione e indennità di missione, per le autovetture, di rappresentanza e per l’organizzazione di manifestazioni.

Alti anche gli investimenti lo scorso anno: la spesa ammonta ad oltre 41 milioni. "Questo dimostra - ha concluso l'assessore - la virtuosa inclinazione alla conservazione e valorizzazione del Patrimonio Pubblico e di una consolidata capacità di saper programmare gli interventi in termini di spesa d’investimento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il neo assessore D'Adamo presenta il bilancio 2016 del Comune: "Lotta ai morosi e debiti ridotti"

BariToday è in caricamento