Colpita da Seu, lascia la Rianimazione la bimba ricoverata al 'Giovanni XXIII'

Era arrivata al Pediatrico lo scorso 12 agosto, in condizioni gravissime. E' fuori pericolo: ora dovrà affrontare la riabilitazione

All'arrivo al 'Giovanni XXIII', lo scorso 12 agosto, le sue condizioni erano gravissime. Ora è fuori pericolo e da ieri ha lasciato la Rianimazione, la piccola di due anni colpita da Seu.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A riportare la notizia è la Gazzetta del Mezzogiorno. Per debellare il batterio, la piccola è stata sottoposta ad una particolare cura con la somministrazione di un nuovo farmaco, in base ad una speciale tecnica elaborata proprio da un team di medici del Giovanni XXIII. Ora sarà necessario affrontare la riabilitazione, ma anche il rischio di danni neurologici, sebbene lievi, sembrerebbe scongiurato.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Moto si schianta in Tangenziale, donna incinta tra i feriti: trasportata in codice rosso, è grave

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Cos'è il ''Bonus tiroide'' e come richiederlo

  • Contagi dopo festa di 18 anni, chiude scuola ad Altamura: "Inconcepibili party per ballare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento