Cronaca

Bimba di due anni morta per infezione Seu: "Ipotesi acqua contaminata"

Proseguono le analisi per chiarire le cause della morte della piccola originaria di Corato: verifiche su acqua di sorgente proveniente da pozzi artesiani

La bambina di due anni originaria di Corato deceduta nei giorni scorsi a seguito delle conseguenze provocate da un'infezione Seu (sindrome emolitico-uremica) potrebbe aver contratto la malattia a causa di acqua contaminata. Proseguono le analisi di laboratorio alla ricerca del batterio: nei cibi indicati dai genitori della bambina, ovvero verdure, alimenti di origine lattiero-casearia e carni, non è stata rilevata la presenza dell'agente infettivo. Ieri pomeriggio nuovo incontro del tavolo di crisi della Regione Puglia sulla sicurezza alimentare, formato da Asl Bari, Policlinico, Istituto Zooprofilattico e Arpa Puglia, presieduto dal direttore del Dipartimento politiche della Salute di via Capruzzi, Giancarlo Ruscitti: al momento non vi è alcun rischio per la salute di altri bambini.

Infezione Seu, gli esperti: "Evitare latte crudo"

Sul fronte del caso della piccola deceduta 5 giorni fa nell'ospedale Giovanni XXIII di Bari a poche ore dal ricovero, sono in corso verifiche su acqua di sorgente proveniente da pozzi artesiani, così come si stanno effettuando analisi cliniche sul gemellino della piccola e i genitori, per stabilire se risultino positivi all'agente che ha portato alla morte della piccola

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba di due anni morta per infezione Seu: "Ipotesi acqua contaminata"

BariToday è in caricamento