Cronaca

Neonata morta a Corato, un'infezione polmonare la causa della tragedia

L'autopsia esclude l'ipotesi di un maltrattamento, per cui la Procura aveva aperto un fascicolo a carico dei genitori

E' stata un'infezione polmonare la causa della morte della bambina di due mesi avvenuta all'alba di mercoledì scorso a Corato. L'autopsia disposta dalla Procura sul corpo della piccola ed eseguita  dal medico legale Francesco Dell’Erba e dal pediatra Nicola Laforgia ha escluso dunque l'ipotesi di maltrattamenti da parte dei genitori.

All'indomani della morte, infatti, la Procura aveva aperto un fascicolo d'inchiesta per maltrattamento seguito da morte a carico dei genitori - una 32enne coratina, sottoposta alla misura di sorveglianza speciale e un 34enne marocchino. Il dato emerso dall'autopsia potrebbe ora alleggerire la posizione della coppia. Tuttavia resta ancora da chiarire se i sintomi della malattia si fossero manifestati già dai giorni precedenti e se la piccola abbia ricevuto le cure necessarie. L'autopsia ha escluso anche che la morte possa essere avvenuta per soffocamento, a causa del fumo sprigionatosi da alcuni alimenti lasciati sul fornello della cucina.

LA TRAGEDIA - La morte della bambina era avvenuta intorno alle cinque di mercoledì mattina. A dare l'allarme era stata proprio la madre della piccola, che ha chiamato il 118. I soccorritori avevano trasportato la piccola presso l'ospedale Umberto I di Corato, ma per lei non c'era stato nulla di fare. Al momento dei soccorsi la piccola si trovava sul letto, con del sangue che le usciva dalle narici e dalla bocca.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neonata morta a Corato, un'infezione polmonare la causa della tragedia

BariToday è in caricamento