rotate-mobile
Cronaca

Cittadinanza italiana a figlio di due donne, l'alt del Ministero: impugnato l'atto

Nei giorni scorsi il Tribunale aveva accettato la revoca da parte della Procura della richiesta della cancellazione dell'atto di nascita trascritto dal Comune di Bari. Il Viminale però si è opposto

Il ministero dell'Interno si è opposto alla trascrizione dell'atto di nascita in Italia di un bambino nato in Inghilterra, figlio di due donne unite civilmente, una inglese e una italiana. A riportare la notizia è l'Ansa.

La vicenda della cittadinanza al bimbo

Il caso era stato sollevato qualche giorno fa quando la Procura di Bari aveva revocato la richiesta, avanzata in un primo momento, di cancellazione dell'atto già reacritto dal Comune. Il Ministero si è opposto alla presa d'atto dei giudici del Tribunale di Bari sulla revoca della Procura, chiedendo che l'atto di nascita venga cancellato. Sulla questione il Comune di Bari e l'avvocatura per i diritti Lgbti si sono costituiti parte civile.

Il Ministero, secondo quanto spiega l'Ansa, si sarebbe opposto poiché riterrebbe irrilevante il fatto che le due donne siano unite civilmente poiché la cittadinanza italiana è solo per diitto di sangue.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadinanza italiana a figlio di due donne, l'alt del Ministero: impugnato l'atto

BariToday è in caricamento