Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Soffocato da un boccone all'Ikea di Roma, il rene del piccolo Francesco salverà una bimba barese

I genitori del bimbo di tre anni morto dopo essere rimasto soffocato mentre mangiava nel ristorante del centro commerciale hanno acconsentito all'espianto degli organi. Un rene sarà donato ad una bambina di Bari

Il piccolo Francesco non ce l'ha fatta, ma continuerà a vivere attraverso i bambini che riceveranno i suoi organi. Un grandissimo gesto di generosità, quello deciso dai genitori del piccolo di tre anni, morto dopo essere rimasto soffocato mentre mangiava un panino nel ristorante dell'Ikea di Roma, che è servito a riaccendere la speranza anche per una bambina barese. Sarà lei, infatti, a ricevere un rene di Francesco.

Il bimbo era stato ricoverato in condizioni gravissime giovedì pomeriggio presso il Policlinico Gemelli di Roma per le disastrose conseguenze del prolungato arresto cardiaco dovuto a soffocamento per ostruzione da cibo mentre mangiava un pezzo di hot dog con la mamma. Le condizioni del piccolo, nonostante l'impiego dei più avanzati trattamenti intensivistici attualmente disponibili, nel pomeriggio di ieri si erano aggravate in modo irreversibile. Nonostante l'intervento di desostruzione operato dal personale medico che aveva trasportato il piccolo Francesco d'urgenza all'ospedale Villa San Pietro, da dove era poi stato trasferito al Gemelli, il piccolo era rimasto senza respirare per 40 minuti nonostante i tentativi di rianimazione praticati dai sanitari del 118.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soffocato da un boccone all'Ikea di Roma, il rene del piccolo Francesco salverà una bimba barese

BariToday è in caricamento