menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Ucciso e gettato in un pozzo: ritrovato corpo di un 28enne a Binetto

L'omicidio ieri sera. Dopo aver ricevuto notizia della scomparsa del giovane, i carabinieri hanno avviato le ricerche: il cadavere è stato rinvenuto in un pozzo nel campo sportivo di Binetto. Fermato un 40enne sospettato del delitto

Ucciso e gettato in un pozzo, probabilmente dopo un litigio legato a motivi sentimentali. Il cadavere della vittima, il 28enne Stefano Milillo, di Toritto, è stato recuperato questa mattina dai carabinieri in un pozzo nei pressi del campo sportivo in costruzione alla periferia di Binetto.

In queste ore i carabinieri stanno cercando di ricostruire l'accaduto. I militari avevano avviato le ricerche ieri sera, dopo essere stati allertati della scomparsa del giovane. Nelle prime ore di questa mattina, grazie ad una segnalazione anonima, i militari si sono recati sul posto dove è stato poi rinvenuto il corpo, recuperato grazie all'intervento dei Vigili del fuoco.

Secondo quanto emerso dai primi esami medico legali, l'assassino avrebbe prima provato a strangolare il giovane, poi lo avrebbe colpito forse con una pietra.

In mattinata i carabinieri hanno condotto in caserma e sottoposto ad interrogatorio un uomo, sospettato dell'omicidio. Si tratta del 40enne Crescenzio Burdi, ex marito dell'attuale convivente della vittima.

*Ultimo aggiornamento ore 17

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento