Bloccati alla consegna della droga: tre in manette, sequestrato carico di hashish e marijuana

Operazione dei finanzieri: sequestrati otto quintali di sostanza stupefacente, arrestati un cittadino italiano e due albanesi, sorpresi mentre si accingevano a scambiare la 'merce' dietro pagamento di un'ingente somma di denaro

Otto quintali di droga tra hashish e marijuana, una pistola con relative munizioni, 32mila euro in contanti e quattro automezzi, di cui due vetture e due furgoni. E' il bilancio di un sequestro compiuto a Bisceglie dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari.

Gli arresti

In manette sono finite tre persone: un cittadino italiano e due albanesi, sorpresi mentre si accingevano a scambiare il carico di sostanze stupefacente dietro il pagamento di una ingente somma di denaro.

Video: i finanzieri nel maxi deposito della droga

La consegna della droga lungo la statale 16 bis

Le Fiamme Gialle in servizio di controllo lungo la statale 16, hanno intercettato un furgone fermo nei pressi dello svincolo 'Lama di Macchia', al quale si avvicinava una Renault Clio, condotta da un cittadino italiano, residente a Bari, con precedenti penali specifici nel settore degli stupefacenti. Alla vista della Fiat Bravo della Compagnia di Trani, per prima intervenuta sul posto, i due mezzi hanno tentato di riprendere rapidamente la marcia, in direzioni opposte, ma sono stati immediatamente fermati da altre due pattuglie nel frattempo inviate dalla Sala Operativa. All’interno del furgone, i finanzieri hanno quindi rinvenuti due “cubotti” di iuta e plastica, insieme ad involucri di cellophane di forma irregolare, contenenti complessivamente 60 Kg di hashish e 27 chili di marijuana. Il barese alla guida della Renault è stato invece trovato in possesso di 32mila euro in contanti, somma per la quale non ha saputo fornire alcuna giustificazione.

La scoperta del maxi deposito di droga

Il conducente del furgone è stato inoltre trovato in possesso di due mazzi di chiavi. I successivi approfondimenti, corroborati da riscontri e pedinamenti effettuati nei giorni precedenti, hanno condotto gli investigatori del GICO in un garage ubicato nel centro cittadino di Bisceglie, dove sono stati rinvenuti altri 7,3 quintali di hashish, di verosimile importazione iberica. Le operazioni di perquisizione domiciliare, operate per tutta la notte con il concorso di numerose pattuglie automontate dei reparti del Gruppo di Barletta e del Gruppo Pronto Impiego di Bari, sono state estese anche ad una villetta nella disponibilità di uno dei due giovani albanesi, ubicata in una zona residenziale sulla vecchia strada per Corato, all’interno della quale è stata rinvenuta, sotto il cuscino del letto, una pistola semiautomatica del tipo Glock calibro 9x21, munita di caricatore con 14 colpi, pronta all’uso (colpo in canna) di provenienza illecita.

Lo stupefacente, l’arma ed il denaro sono stati sequestrati ed i tre soggetti arrestati ed associati presso la Casa Circondariale di Trani, a disposizione della locale A.G. che, d’intesa con la D.D.A. di Bari, coordina le indagini affidate alla componente specialistica della sezione Grandi Operazioni Antidroga del GICO, per ricostruire i canali e le dinamiche di approvvigionamento della droga.

*Ultimo aggiornamento ore 12.20

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Uccide fidanzato della ex, accoltella la ragazza e il padre della vittima. arrestato 26enne a Bitetto

  • Pestato brutalmente per strada, morto dopo due giorni di agonia in ospedale. arrestato pregiudicato al San Paolo

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento