rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Colpi di pistola contro i carabinieri: 22enne fermato per tentato omicidio

L'episodio nel pomeriggio del 25 aprile a Bisceglie: il giovane, poi rintracciato e fermato, nel corso di un controllo aveva fatto fuoco all'indirizzo del comandante della locale tenenza, fortunatamente illeso

Esplode colpi d'arma da fuoco contro i carabinieri nel corso di un controllo. E' accaduto nel pomeriggio del 25 aprile, a Bisceglie, nei pressi del mercato ittico. Un episodio che si sarebbe potuto trasformare in tragedia, come avvenuto soltanto pochi giorni fa a Cagnano Varano, in provincia di Foggia, con l'uccisione del maresciallo Vincenzo Di Gennaro.

Il controllo e gli spari contro il comandante dei carabinieri

In particolare, i militari della Tenenza Carabinieri di Bisceglie, dopo la segnalazione della presenza di un soggetto che girava armato nel centro cittadino, sono subito intervenuti per rintracciarlo. Proprio il comandante della Tenenza, nei pressi del mercato ittico, ha riconosciuto il soggetto ricercato - un 22enne di origini ucraine, italiano di adozione - che però ha subito cercato di evitare i controlli. L'ufficiale ha quindi tentato di bloccarlo ricorrendolo, ma il 22enne, inizialmente a bordo di una bici elettrica, ha poi proseguito la fuga a piedi. Il Comandante della Tenenza ha continuato a rincorrerlo fino a quando il 22enne ha estratto una pistola, poi rivelatasi un revolver marca Taurus Cal 38, arma clandestina poiché con matricola ripunzonata, e, puntandola verso il militare, ha premuto la leva di sparo. All’inizio la pistola non ha esploso proiettili, ma il ragazzo ha continuato ad azionare l’arma, fino a quando sono stati esplosi 2 colpi. Fortunatamente l’Ufficiale, accortosi già della pistola, è riuscito a mettersi al riparo e, benché armato, non ha risposto al fuoco, conscio del contesto urbano e quindi ad alto rischio  di incidenti in cui si trovava. I colpi, quindi, non sono fortunatamente andati a segno, mentre il giovane è fuggito facendo perdere le proprie tracce. Sono allora partite le ricerche per rintracciare il responsabile, comunque riconosciuto dai militari, anche perchè già gravato da pregiudizi di polizia per reati contro la persona e per sostanze stupefacenti. Dopo posti di blocco e ricerche serrate, il 22enne è stato infine rintracciato a Trani. A quel punto non ha opposto alcuna resistenza e ha fatto rinvenire in un  terreno attiguo all’ospedale civile di Bisceglie, avvolta in un panno bianco, la pistola con cui poco prima aveva sparato.  Alle ore 23.00 , dopo un interrogatorio di garanzia condotto dal Sostituto Procuratore di turno in cui il giovane assistito dal proprio legale si avvaleva della facoltà di non rispondere, veniva sottoposto a fermo di indiziato di delitto emesso dall’Autorità giudiziaria.

Nel corso dei controlli eseguiti nel centro successivamente all'episodio, altri due uomini, un 48enne e un 54enne, sono stati arrestati per detenzione illegale di arma da fuoco e sostanze stupefacenti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpi di pistola contro i carabinieri: 22enne fermato per tentato omicidio

BariToday è in caricamento