rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca Bitetto

"Sottrae" 34mila euro dalle casse comunali con bonifici destinati a sé e alla famiglia: arrestato ex funzionario

Le accuse, a vario titolo, sono di peculato, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e ricettazione, che sarebbero stati commessi a Bitetto, Cassano delle Murge e Grumo Appula nel periodo settembre 2017 - novembre 2019

Si sarebbe appropriato di somme per complessivi 34mila euro falsificando mandati di pagamento in favore di alcuni creditori mentre era impiegato al Comune di Bitetto: la Guardia di Finanza ha arrestato un funzionario, attualmente in servizio al Comune di Cassano. L'ordinanza, richiesta dalla Procura di Bari ed emessa dal Gip, vede coinvolti anche tre suoi familiari (tra cui la moglie e i due figli) sottoposti ad obblighi di dimora nel Comune di residenza nonché di presentazione alla polizia giudiziaria. 

Le accuse, a vario titolo, sono di peculato, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e ricettazione, che sarebbero stati commessi a Bitetto, Cassano delle Murge e Grumo Appula nel periodo settembre 2017 - novembre 2019. Le indagini della GdF sono state avviate a seguito di una denuncia presentata dal sindaco e dal segretario generale del Comune di Bitetto a maggio 2021. 

L'uomo, secondo quanto affermano gli inquirenti, si sarebbe appropriato di una "consistente somma di denaro, disponendo dai conti correnti dell’Ente comunale bonifici verso Iban riconducibili a conti personali e/o di suoi familiari". L'ex dipendente del Comune di Bitetto,  nella sua qualità di funzionario addetto alla predisposizione dei mandati di pagamento in favore dei fornitori di beni/servizi all’Ente locale e avendo per ragione di ufficio la disponibilità di denaro del Comune bitettese, avrebbe 'canalizzato' la somma in 45 bonifici dai conti correnti bancari comunali in favore di alcuni riconducibili a sé e ai suoi familiari 

Per eludere eventuali sospetti il funzionario avrebbe compilato i mandati indicando nella causale del pagamento, a titolo esemplificativo, forniture di energia elettrica, di acqua, acquisto di arredi scolastici o “affidamento del servizio triennale inerente la gestione integrata della salute e sicurezza”. Pertanto, secondo gli investigatori, anche i familiari del funzionario pubblico si sarebbero impossessati di denaro delle casse del Comune di Bitetto con la finalità di acquistare per sé o, comunque, per il congiunto disponibilità finanziarie di provenienza delittuosa, in ragione sia degli importi, sia delle causali dei versamenti sopra richiamati che in alcun modo avrebbero potuto trovare una giustificazione sui loro conti correnti. Oltre alle 4 misure cautelari personali, le Fiamme Gialle baresi stanno eseguendo sequestri di beni del valore delle somme contestate. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sottrae" 34mila euro dalle casse comunali con bonifici destinati a sé e alla famiglia: arrestato ex funzionario

BariToday è in caricamento