menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bitetto, il crocifisso ligneo del '600 torna in Cattedrale dopo il restauro

Concluso l'intervento durato quattro mesi ed effettuato sotto la sorveglianza della Soprintendenza. Il crocifisso sarà nuovamente esposto nella chiesa da lunedì 15 febbraio

Ritorna nella cattedrale di Bitetto il crocifisso ligneo seicentesco, dopo un accurato restauro conservativo durato quattro mesi.

Il crocifisso, esposto permanentemente nella cattedrale di San Michele Arcangelo a Bitetto, più volte nel corso dei secoli aveva subito integrazioni di colori e vernici, alterandone così i toni originali della cromia e inspessendo la superficie dell'intera scultura. È stata così riportata in luce l'opera scultorea del '600, in tutta la sua bellezza e preziosità artistica. Tutte le operazioni di restauro sono state concordate ed effettuate sotto la sorveglianza della Soprintendenza alle Belle Arti e Paesaggio per le province di Bari, Barletta-Andria-Trani e Foggia. Su incarico della stessa Soprintendenza il restauro è stato condotto dalla ditta Tecne Restauri di Michele Massarelli (Botticino Sera) in collaborazione con Cartem Studio di Meo Castellano e Pino Massarelli (Modugno).

Lunedì 15 febbraio alle ore 19.00 nella Cattedrale di Bitetto ad accogliere il Crocifisso ci sarà Monsignor Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto, il parroco don Mimmo Castellano, il Sindaco Fiorenza Pascazio,  gli assessori e i consiglieri di Bitetto, le autorità civili e militari, tutta la comunità ecclesiale e cittadina, che si è fatta promotrice attiva per la raccolta dei fondi necessari a questo restauro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento