rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Bitetto / Piazza Maria SS. Immacolata

Bitetto, pedinata e scippata fuori dall'ufficio postale: due in manette

L'episodio nello scorso mese di settembre: i carabinieri hanno arrestato Angelo Strambelli e Andrea Marinelli, di Ceglie del Campo, rispettivamente di 59 e 42 anni

Pedinata all'uscita dell'ufficio postale, e scippata della borsa contenente i tremila euro che aveva prelevato. Vittima del furto, avvenuto a settembre scorso a Bitetto, una donna di 60 anni. Grazie alle immagini di diverse telecamere di videosorveglianza, i carabinieri sono riusciti ad identificare e arrestare  i presunti responsabili. Si tratta di Angelo Strambelli e Andrea Marinelli, entrambi di Ceglie del Campo e con precedenti, rispettivamente di 59 e 42 anni, accusati di furto aggravato in concorso.

La mattina del furto la donna, lungo il tragitto per tornare dall'ufficio postale a casa, oltrepassata piazza Immacolata e imboccata via Iacovelli, era stata raggiunta alle spalle da un individuo, il quale, con forza, aveva tentato di strapparle la borsa che portava a tracolla. Nonostante la resistenza opposta dalla vittima, l’uomo, incitato da un complice alla guida di un motociclo che lo seguiva, era riuscito a sradicare definitivamente la borsa, fortunatamente senza alcuna conseguenza per la donna e, quindi, a guadagnare la fuga inforcando la sella del ciclomotore condotto dal complice.

Le indagini compiute dai Carabinieri subito dopo la denuncia hanno permesso di ricostruire la dinamica degli eventi e di risalire a due dei tre presunti responsabili del furto, ovvero colui che avrebbe scelto e pedinato la vittima e l’esecutore materiale dello scippo.

Le immagini esaminate dai militari, infatti, mostrebbero come il 59enne, sin dal momento in cui entra nell’ufficio postale, cominci a prendere di mira gli sportelli, senza prendere il biglietto del numero che detta l’ordine di arrivo e disinteressandosi della fila di persone che attendeva il proprio turno, rimanendo invece in posizione defilata. Quindi, individuata la “preda”, sarebbe uscito subito dopo la donna, senza aver effettuato alcuna operazione. Per strada, raggiunta piazza Immacolata, dopo che la donna si era fermata per salutare un’amica, sarebbe subentrato il 42 enne, esecutore materiale dello scippo.

Il quadro probatorio presentato all’Autorità Giudiziaria ha così permesso quest’ultima di spiccare il provvedimento cautelare in questione, notificato l’altra mattina. Il 59enne, inoltre, sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel Comune di Bari al momento del delitto, dovrà rispondere anche della duplice violazione delle prescrizioni impostegli dall’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bitetto, pedinata e scippata fuori dall'ufficio postale: due in manette

BariToday è in caricamento