menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bitonto, botte e minacce ai genitori del pentito: aggrediti per mandarli via dalla casa popolare

Due fratelli identificati e sottoposti a obbligo di dimora: avrebbero picchiato i parenti di un collaboratore di giustizia, con l'obiettivo di cacciarli e occupare abusivamente il loro alloggio popolare

Prima le minacce, anche di morte, volte a costringere le due vittime - genitori di Vito Antonio Tarullo, un giovane collaboratore di giustizia bitontino - a lasciare il proprio alloggio popolare, poi l'aggressione fisica, culminata in un pugno sfrettato all'uomo. Per l'episodio, avvenuto a Bitonto all'inizio di luglio, i carabinieri hanno sottoposto a obbligo di dimora due fratelli di 20 e 25 anni, Alex e Matteo Sicolo. 

L'aggressione e le indagini

Gli accertamenti, condotti dai carabinieri di Bitonto e coordinati dal sostituto procuratore Marco D’Agostino, hanno preso il via dalla denuncia presentata dai due coniugi in relazione alle riferite aggressioni e minacce (anche di morte), subite ad opera dei due fratelli, finalizzate - hanno accertato gli investigatori - a fare abbandonare alla coppia l’alloggio popolare regolarmente assegnato dallo I.A.C.P.. Scopo dei due fratelli - secondo quanto emerso dalle indagini - sarebbe stato quello di occupare abusivamente l’abitazione delle due vittime, genitori di un giovane collaboratore di giustizia, le cui dichiarazioni hanno contribuito a far luce sull'omicidio dell'anziana Anna Rosa Tarantino, rimasta uccisa per errore a dicembre scorso in una sparatoria tra i clan rivali Conte e Cipriano. 

Per i due, accusati di lesioni personali aggravate, il gip del Tribunale di Bari, Giovanni Anglana, ha disposto l’ordine di permanenza nella propria abitazione dalle ore 21.30 alle 06.30 di ogni giorno, l’obbligo di presentazione alla P.G. tre volte alla settimana e la misura coercitiva di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento