Cronaca

Vuole i soldi per la droga: botte e minacce di morte alla madre

Il caso a Bitonto: sotto accusa un 43enne, già detenuto per reati simili. Per anni avrebbe maltrattato la donna, in maniera continua, fino a quando la vittima ha trovato il coraggio di denunciare

Percosse, maltrattamenti, minacce di morte. Vessazioni subite per anni da una madre, da parte del figlio 43enne che pretendeva soldi per aqcuistare la droga.

A fare luce sul caso gli agenti del commissariato di Bitonto, dopo la denuncia della donna. Nei giorni scorsi, i poliziotti hanno dato esecuzione alla misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti del 43enne, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia ed estorsione. Il provvedimento è stato eseguito presso la casa circondariale di Trani ove il soggetto era già ristretto per analoghe condotte.

In particolare, dalle attività investigative espletate dai poliziotti del Commissariato di Bitonto, è emerso un continuo ed allarmante quadro di molestie, reiterate fin dal 2012, realizzate dall’uomo a carico della propria madre; il 43enne è stato infatti indagato per averla maltrattata mediante continue vessazioni fisiche e morali: numerose le minacce di morte, nonché le percosse, finalizzate a costringere la donna a fornirgli somme di denaro per acquistare sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vuole i soldi per la droga: botte e minacce di morte alla madre

BariToday è in caricamento