menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un 'minimarket' della droga in garage: ai domiciliari, ma spacciava in casa

Un uomo è stato scoperto dai carabinieri a Palombaio: la cocaina da spacciare era nascosta nel boiler di un bagno nel garare della sua abitazione

Era ai domiciliari ma spacciava in casa, nascondendo in garage la cocaina da smistare ai clienti. Scoperto dai carabinieri è finito in carcere un 46enne di Palombaio (Bitonto), già noto alle forze dell'ordine per reati analoghi.

Ad insospettire i militari è stato il continuo andirivieni di giovani che a tutte le ore del giorno e della notte entravano nel palazzo in cui abita l'uomo. Così i carabinieri hanno scovato, all’interno del bagno del garage, occultata in un boiler, una pietra di cocaina del peso di 27 grammi,  ottanta dosi dello stesso stupefacente, per un peso di quasi 30 grammi, nonché circa 450 euro, in banconote di piccolo taglio, ritenute il provento dell’attività di spaccio.  All’interno del garage in uso al 46enne è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro anche un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

Dopo l’arresto, l’uomo, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato quindi condotto in carcere con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di evasione, poiché è emerso che, sebbene sottoposto agli arresti domiciliari, non si esimeva ad uscire dalla sua abitazione per prendere contatti con gli acquirenti. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento