menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpreso a rubare in appartamento, scappa calandosi dal balcone con una fune

L'episodio a Bitonto: in manette è finito un sorvegliato speciale 36enne del luogo. Con lui alcuni complici che però sono riusciti a dileguarsi

Insieme ad alcuni complici, si era introdotto nell'abitazione di un professionista 58enne di Bitonto, facendo razzia di monili in oro e denaro per svariate migliaia di euro. Sul posto però sono arrivati i carabinieri: così il topo d'appartamento è scappato calandosi dal balcone con una fune. I militari però lo hanno inseguito, e dopo alcuni metri sono riusciti a bloccarlo, trovandolo in possesso di numerosi arnesi da scasso e di un disturbatore di frequenze.

In manette è finito un sorvegliato speciale 36enne del luogo, accusato di furto aggravato in concorso, intercettazione, impedimento o interruzione di comunicazioni informatiche o telematiche e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli.

L’uomo è stato trovato in possesso di uan parte della refurtiva, restituita all’avente diritto, e di un grosso cacciavite sottoposto a sequestro.

Sul posto i suoi complici, riusciti a dileguarsi, hanno abbandonato una Lancia Delta con targhe clonate risultata rubata lo scorso 3 gennaio in provincia di Matera. Nel mezzo i militari, oltre ad aver trovato le targhe originali, hanno rinvenuto una fiamma ossidrica, una flex di grosse dimensioni con dischi in acciaio, delle corde annodate lunghe una quarantina di metri e numerosi arnesi atti allo scasso, una radio ricetrasmittente sintonizzata sulle frequenze delle Forze di Polizia, un apparecchio “Jammer” disturbatore di frequenze, il tutto sottoposto a sequestro.

Il 36enne è stato collocato ai domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento