Cronaca Bitritto

Botti illegali nascosti in casa: sequestro a Bitritto, denunciato incensurato

I fuochi erano detenuti in gran parte in un'abitazione del centro storico: "Un innesco accidentale - sottolinea la Finanza - avrebbe provocato danni irreparabili"

Circa 250 chili di fuochi pirici illegali, della V categoria, sono stati rinvenuti e sequestrati dalla Guardia di Finanza a Bitritto. Il sequestro si inserisce nell'ambito dell'operazione 'Christmas Impact', messa in atto per contrastare la vendita di botti illegali durante le feste e garantire sicurezza.

Gran parte dei fuochi illegali, circa 50 chili, era custodita in un'abitazione del centro storico, che - sottolinea la Finanza, "in caso di un innesco accidentale avrebbe riportato danni irreparabili".

I militari hanno infatti accertato che la detenzione del materiale violava le più elementari norme sulla sicurezza e sulla pubblica incolumità, data l'elevata percentuale di polvere da sparo contenuta. 

Il responsabile incensurato che deteneva i fuochi, non essendo stato in grado di esibire documentazione idonea per l'acquisto del materiale, è stato denunciato alla Procura per detenzione abusiva di prodotti esplodenti e ricettazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti illegali nascosti in casa: sequestro a Bitritto, denunciato incensurato

BariToday è in caricamento