rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Blitz 'Vortice maestrale' contro il clan Strisciuglio a Bari: chiesto processo per 147 persone

Nelle indagini coinvolti a vario titolo capi e affiliati del clan del capoluogo pugliese: tra le accuse anche associazione mafiosa, traffico e detenzione di droga e armi, estorsioni a commercianti, lesioni e le conseguenze di una rissa nel carcere di Bari a gennaio 2016 che coinvolse 41 detenuti

La Dda di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio per 147 imputati, a vario titolo capi e affiliati del clan Strisciuglio del capoluogo pugliese, accusati di associazione mafiosa, traffico e detenzione di droga e armi, estorsioni a commercianti, lesioni e una rissa nel carcere di Bari risalente al gennaio 2016 che coinvolse 41 detenuti con lamette e taglierini, nella quale rimasero feriti anche alcuni agenti penitenziari.

L'inchiesta, condotta da Polizia e Carabinieri, coordinata dai pm della Dda di Bari Lidia Giorgio e Marco D'Agostino, culminò nel'aprile scorso con l'arresto di 99 persone.

L'indagine di polizia e carabinieri, denominata 'Vortice Maestrale' e coordinata dai pm Antimafia Lidia Giorgio e Marco D'Agostino, nell'aprile scorso ha portato all'arresto di 99 imputati. L'inchiesta, anche grazie alle dichiarazioni di 21 collaboratori di giustizia, avrebbe ricostruito gerarchia e attività illecite del clan, dal 2015, per il controllo del territorio nei quartieri Libertà, roccaforte storica del gruppo mafioso, San Paolo, San Pio-Enziteto, Santo Spirito e San Girolamo  di Bari, nonché nei comuni di Palo del Colle e Conversano.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz 'Vortice maestrale' contro il clan Strisciuglio a Bari: chiesto processo per 147 persone

BariToday è in caricamento