menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Bonus matrimoni non valido per coppie gay e lesbiche", la Regione replica: "Comprende le unioni civili"

La protesta del Gay Center con l'invito al governatore Emiliano ad evitare discriminazioni. Pugliapromozione: "Sarà pubblicato chiarimento formale"

"Nel bando della Regione Puglia relativo al bonus matrimoni e relative integrazioni pubblicate oggi (Puglia Wedding Travel Industry), risultano escluse le coppie lesbiche e gay che si vogliono unire civilmente in Puglia". Ad affermarlo, su facebook, è Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center. 

"Restiamo sconcertati - dice - che un’altra amministrazione che si definisce progressista abbia prodotto un atto discriminatorio verso la nostra comunità, che produce anche danni economici per gli operatori del settore che si occupano delle unioni civili. Ricordiamo che anche la Corte costituzionale e la Cassazione hanno ribadito l’importanza di non creare discriminazione verso le coppie omosessuali anche se sottoposte ad una normativa specifica. Invitiamo il presidente della Regione Puglia Emiliano e candidato alle prossime elezioni - ha ribadito il portavoce Gay Center - ad estendere al più presto il bonus anche alle coppie lesbiche e gay, superando in questo modo un provvedimento discriminatorio. Ribadiamo l’importanza che anche in Italia il Parlamento estenda al più presto il matrimonio anche alle coppie omosessuali"

Sulla vicenda è arrivata la replica di Luca Scandale, dirigente della pianificazione strategica di Pugliapromozione: "Al fine di fugare ogni dubbio - afferma - sarà pubblicato un chiarimento formale in relazione all’avviso pubblico 'Wedding travel industry', specificando che l’avviso è rivolto, ovviamente, anche alle unioni civili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento