Cronaca

Borse griffate contraffatte, maxisequestro al porto: due denunce

Oltre seimila articoli, trasportati a bordo di un tir bulgaro destinato ad una ditta romana, sono stati sequestrati durante i controlli da Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane

Oltre seimila borse di un noto marchio internazionale, ma contraffatte, sono state sequestrate da finanzieri e funzionari dell'Agenzia delle Dogane nel corso di controlli nel porto di Bari. Munite di cartellini con codici ed ologrammi di sicurezza, le borse, in pelle e di vari modelli, erano a bordo di un autoarticolato bulgaro che trasportava merce destinata ad una ditta romana.

Ulteriori aggiornamenti sono in corso per capire la destinazione delle stesse: non è escluso, infatti, che gli articoli fossero destinati ad essere venduti nei canali ufficiali, data l’insolita presenza di cartellini con codici ed ologrammi di sicurezza numerati progressivamente.

Al termine, l’intero carico, è stato sottoposto a sequestro mentre il detentore del carico e il rappresentante legale della ditta importatrice sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per “introduzione nello Stato di merci con segno contraffatto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borse griffate contraffatte, maxisequestro al porto: due denunce

BariToday è in caricamento