Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Botti proibiti sparati nonostante i divieti: Capodanno con cinque feriti nel Barese

Il bilancio della notte: esplosi fuochi d'artificio e petardi in numerosi quartieri della città, in barba all'ordinanza emessa nei giorni scorsi

E' di cinque persone il primo bilancio nel Barese dei feriti nella notte di Capodanno a causa dell'utilizzo di botti e fuochi, sparati in città un po' ovunque, nonostante i sequestri e l'ordinanza emessa dal Comune nei giorni scorsi che vietava l'uso di giochi pirotecnici abusivi. Japigia, San Paolo, Libertà, Carrassi e San Pasquale sono solo alcuni dei quartieri dove sono stati esplosi petardi e batterie di fuochi, con relativi cartoni e resti lasciati per le strade.

Tra i feriti anche un ragazzino

Due persone sono giunte al Policlinico: si tratta di un ragazzino di 14 anni originario di Minervino, ferito alle mani, e di una donna. Ustioni per un 26enne originario di Ruvo. Lesione ad un occhio, invece, per una persona a Molfetta. Sempre nell'hinterland barese, c'è da registrare un ferito anche a Palo del Colle. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti proibiti sparati nonostante i divieti: Capodanno con cinque feriti nel Barese

BariToday è in caricamento