Cronaca

Botti di Capodanno, tredici feriti nel barese: cinque i casi più gravi

Il bilancio diffuso dalla Questura: "Nessun incidente grave in città, ma numerosi episodi in provincia". I feriti più gravi sono ricoverati in prognosi riservata al Policlinico

Tredici feriti in tutto, di cui cinque in prognosi riservata. Anche quest'anno, purtroppo, non sono mancati gli incidenti legati all'utilizzo di botti e petardi nella notte di Capodanno.

A fornire il bilancio relativo alla provincia di Bari è la Questura: "Non si registrano incidenti gravi in città - fa sapere la polizia - ma numerosi episodi in provincia". Tra i cinque feriti più gravi, tutti ricoverati al Policlinico di Bari, anche un 16enne: a causa delle ferite riportate, potrebbe subire l'amputazione di una mano.

Nel corso della giornata di ieri, sono stati eseguiti controlli relativi alla vendita e detenzione di botti illegali: cinquanta chili di fuochi pirotecnici sono stati sequestrati dalla polizia, e tre persone denunciate.

VIDEO: L'ORDINANZA NON FERMA I BOTTI, I FUOCHI AL LIBERTA'

In città, dove è stata emanata la consueta ordinanza 'anti botti', controlli e sequestri sono stati effettuati anche dalla Polizia municipale. Numerose sono state, tuttavia, le segnalazioni da parte dei cittadini di violazione dei divieti, con petardi fatti esplodere anche danneggiando cabine telefoniche e cestini portarifiuti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti di Capodanno, tredici feriti nel barese: cinque i casi più gravi

BariToday è in caricamento