"Petardi? No", Polizia e Artificieri nelle scuole baresi per mostrare gli effetti devastanti dei botti di fine anno

La campagna si è svolta in 8 istituti del capoluogo e della provincia, con simulazioni delle conseguenze che possono verificarsi con l'utilizzo improprio dei fuochi

Centinaia di studenti hanno preso parte alla campagna 'Petardi No', svoltasi in 8 scuole della città di Bari e provincia in collaborazione con la Polizia di Stato e il Nucleo Artificieri della Questura del capoluogo pugliese, per sensibilizzare i più giovani contro l'utilizzo improprio dei botti di fine anno e prevenire gli incidenti. 

La campagna è stata promossa ed ideata dall’Associazione Nazionale vittime Civili di Guerra, con la partecipazione della Questura di Bari, del Comando Vigili del Fuoco, del professore Giuseppe Giudice (Direttore UOC Chirurgia Plastica Policlinico) e dei Comitati della Croce Rossa di zona e ha visto gli Artificieri dispensare validi consigli ai giovani, elencando le gravissime conseguenze che possono verificarsi con l'uso improprio dei fuochi artificiali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Marito e moglie affetti da covid morti a distanza di 4 giorni, Bitonto in lutto

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

Torna su
BariToday è in caricamento