Cronaca

Bridgestone, l'inchiesta si allarga. Si indaga sulla morte di 17 ex lavoratori

Gli indagati salgono a sette. Disposta un'indagine epidemiologica che riguarderà gli ultimi 50 anni e dovrà accertare le cause dei decessi

L'inchiesta sullo stabilimento Bridgestone di Bari si allarga. L'indagine, partita nel 2006 dalle denunce dei parenti di alcune vittime, riguarda il presunto collegamento tra decessi e malattie che hanno colpito ex dipendenti e le condizioni di lavoro all'interno dello stabilimento.

Nel 2011, la Procura aveva chiesto l'archiviazione del fascicolo ma il gip, accogliendo l'opposizione delle parti offese, aveva disposto ulteriori indagini.

Le persone iscritte nel registro degli indagati (inizialmente due, l'ad e il 'safety manager' in carica dal 2000 al 2010) sono ora sette: sei ex amministratori e responsabili della sicurezza della fabbrica e il medico che, su mandato dall'azienda, ha redatto il documento di valutazione dei rischi legati alle malattie professionali.

E' stata disposta inoltre un'indagine epidemiologica che comprenderà gli ultimi 50 anni e che dovrà cercare di fare chiarezza accertare le cause dei decessi e delle malattie contratte dai lavoratori. In particolare, l'inchiesta riguarda la morte di 17 ex lavoratori e l'insorgere di patologie in altri sei.

L'esame dei periti è fissato nelle udienze del 9 e del 13 marzo 2015. La società, attraverso i suoi legali, si è già detta disponibile alla massima collaborazione per ogni accertamento, "nella consapevolezza di avere sempre agito a tutela della salute dei lavoratori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bridgestone, l'inchiesta si allarga. Si indaga sulla morte di 17 ex lavoratori

BariToday è in caricamento