San Paolo, vandali bruciano i cavi delle telecamere nel parco. Decaro: "Non abbassiamo la testa"

Questa mattina l'assessore Galasso e il presidente del III Municipio Spizzico hanno visitato l'area per definire i danni e far partire i lavori di ripristino dell'impianto

I vandali hanno visitato il parco Giovanni Paolo II, nel quartiere San Paolo, nella tarda nottata del 9 agosto, mettendo fuori uso le telecamere di videosorveglianza del Comune. Non è chiaro se si tratti di una 'ragazzata' o se il gesto avesse altri scopi, quel che certo è che gli ignoti hanno versato del liquido infiammabile nel pozzetto dove si trovavano i cavi di collegamento degli 'occhi elettronici' per poi dar loro fuoco. 

L'impianto è ora in avaria, ma l'assessore Galasso - che questa mattina ha effettuato un sopralluogo nell'area insieme al presidente del terzo Municipio Massimo Spizzico - promette che sarà ripristinato a brevissimo. "Già domani sostituiremo i cavi - ha spiegato -. Per fortuna ne le telecamere, ne l'armadio blindato che avevamo messo a servizio di quei componenti elettronici, sono stati danneggiati. Già da questa mattina stiamo lavorando ad un progetto che introduca delle soluzioni per rendere più sicuro e l'impianto, tra cui la chiusura e la tombatura di quei pozzetti". 

Image390968061-2

Una soluzione che servirà ad evitare nuovi atti vandalici, insieme all'installazione di altre videocamere, per garantire la sicurezza in zona. A tal scopo saranno utili anche gli impianti potenziati di illuminazione pubblica che il Comune conta di far installare, così da rendere più facile il riconoscimento dei volti. "Per quanto riguarda le indagini in corso - ha concluso Galasso -, stiamo estraendo le immagini dalle telecamere per cercare elementi che potranno assicurare i responsabili di questo reato alla giustizia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'episodio è intervenuto anche il sindaco di Bari, Antonio Decaro, puntando il dito contro i vandali e assicurando che l'amministrazione non si arrenderà. "Se li incendieranno di nuovo - ha dichiarato -, noi li aggiusteremo ancora. Questa per noi è la vera sfida della città di Bari". "Questi delinquenti - prosegue - potranno incendiare un cavo ma non i nostri occhi ne quelli dei baresi per bene ne quelli delle forze dell'ordine. Noi gli occhi non li abbassiamo. Noi non ci voltiamo dall'altra parte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Puglia 20 nuovi casi di Covid, 4 nel Barese. Il dg dell'Asl: "Due nuclei familiari contagiati"

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • "Il Covid colpisce anche d'estate. Sbagliato salutare con baci e abbracci": l'infettivologa invita a non abbassare la guardia

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Bari usano... il freddo!

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento